2 Febbraio 2023

Frodi e addebiti fraudolenti su carte di credito

carte credito

Molti possessori di carte di credito o di debito, ignorano l’esistenza di molti fenomeni fraudolenti a cui potrebbero andare incontro. Per questa ragione, in quest’articolo parleremo dei principali metodi utilizzati da truffatori per effettuare una frode carte di credito o di debito. È importante conoscere bene quali sono le principali modalità utilizzate per compiere frodi o addebiti fraudolenti su carta di credito in modo da evitare che possa accadere a te. Per prevenire qualsiasi illecito sulle proprie carte di credito o di debito, bisogna stare attenti soprattutto ai fenomeni di phishing, skimming, trashing, sniffing e boxing. Vediamoli nel dettaglio.

Phishing

Il phishing carta di credito è un’attività illegale nella quale un truffatore invia in maniera massiva messaggi che imitano in maniera quasi perfetta un qualsiasi legittimo fornitore di servizi. Emulando quindi un servizio legittimo, il truffatore prova a venire a conoscenza delle tue informazioni riservate, come ad esempio il numero della carta di credito o una password per accedere ad un servizio internet. Il truffatore, per effettuare l’inganno, procede all’invio di messaggi di posta elettronica oppure addirittura messaggi SMS con i quali richiedono alcune informazioni sensibili. La truffa sta nel fatto che queste comunicazioni vengono effettuate emulando i principali siti legittimi online. Creando un sito web clone di una determinata piattaforma legittima come Amazon o Facebook, il truffato pensa di poter inserire i propri dati senza problemi. A quel punto l’hacker verrà a conoscenza di quelle informazioni e sarà in grado di utilizzarle per addebiti fraudolenti su carta di credito o per altri motivi illeciti.

Evitare questa truffa non è spesso semplice. La maggior parte dei phishing utilizzano dei link nell'email o nei messaggi da aprire che in apparenza richiamano a siti autentici e legittimi, oppure con delle piccole modifiche nell’URL o con sottodomini in apparenza legittimi. Per questa ragione, evitare il phishing della carta di credito risulta a volte molto difficile. Bisogna prestare molta attenzione ogni volta che si riceve un messaggio o un’email che chiede di inserire i propri dati personali. Il suggerimento che ti possiamo dare è quello di non inserire mai queste informazioni senza verificare che il sito sia legittimo. Piuttosto che aprire il link presente sul messaggio, è meglio aprire il sito originale a parte e verificare che sia tutto in regola. 

Skimming

Lo skimming, invece, è una frode carta di credito che prevede la clonazione della tua carta di credito o di debito. La truffa prevede la manomissione degli sportelli ATM, posizionando un dispositivo in grado di leggere le carte di credito o di debito con la finalità di duplicarla, tracciarne il PIN e svuotare il conto al suo interno. Questo dispositivo è chiamato skimmer e in pratica si tratta di una fessura finta per l’inserimento della carta sopra a quella reale. Attraverso poi un lettore di banda magnetica in grado di memorizzare i dati sulla carta e una minuscola telecamera montata in modo tale da non poter essere vista da chi sta prelevando, si clona la carta di credito o di debito e si viene a conoscenza del PIN.

Evitare lo skimming non è talvolta intuitivo, soprattutto perché nel momento in cui ti trovi di fronte a uno sportello bancario, non pensi di poter essere truffato. È importante quindi mantenersi prudenti e stare attenti a dispositivi inusuali e a eventuali residui di colla sugli sportelli e chiamare le autorità in caso di presunto skimming. Ultimo consiglio, coprire la tastiera nel momento in cui si inserisce il PIN, in modo tale che il truffatore non venga a conoscenza del codice numerico necessario per accedere a qualsiasi operazione in uno sportello bancario.

Trashing

L’attività di trashing, ovvero di setacciamento dei rifiuti, è un’operazione fraudolenta nella quale il truffatore prova a risalire a dati sensibili di una qualsiasi persona attraverso il setacciamento di resoconti, bollette e corrispondenza. In caso di frode carta di credito, il truffatore setaccia gli estratti conto o gli scontrini di acquisto emessi durante i prelievi in un bancomat. Si tratta di una truffa davvero molto comune che si avvale della mancata cura da parte delle vittime di stare attenti ai propri rifiuti.

I dati personali che vengono rubati vengono utilizzati dal truffatore per creare false identità attingendo ad alcuni dati molto sensibili come ad esempio il nome, il cognome, il codice fiscale in modo tale da poter modificare i conti bancari, richiedere libretti assegni ed effettuare addebiti fraudolenti su carta di credito. Per evitare questa truffa è consigliabile tenere per sé i propri scontrini oppure essere sicuri di eliminarli in maniera meticolosa.

pagamento contactless
Sniffing

Lo sniffing non è propriamente una pratica illecita, poiché si tratta di software leciti per tracciare, monitorare e analizzare il traffico in rete. Ma, in molti casi, soprattutto quando si è connessi a reti non sicure, un truffatore può utilizzare uno di questi programmi per monitorare la tua attività su internet con il fine di rubare informazioni personali preziose e perpetrare la truffa. Gli sniffer, dunque, sono pericolosi perché intercettano la connessione e registrano le attività svolte durante il periodo in cui si è connessi. Per questa ragione, lo sniffing avviene soprattutto in luoghi pubblici con connessioni Wi-Fi non sicure, come le caffetterie, gli hotel e gli aeroporti.

Gli sniffer sono difficili da individuare, soprattutto per gli utenti che non ne conoscono l’esistenza o che non sono molto pratici con i software. Però, questa frode può essere evitata con un buon antivirus o con alcuni software per la protezione internet. Oppure, puoi proteggere la tua connessione attraverso l’utilizzo della VPN e, infine, evitando di collegarsi a reti non sicure.

Boxing

L’attività fraudolenta di boxing, invece, prevede la frode attraverso l’intercettamento della corrispondenza. Dal momento che gli istituti bancari sono soliti emettere nuove carte spedendo le carte di credito o di debito direttamente a casa dell’utente, un truffatore potrebbe intercettare la posta per effettuare una clonazione.

Per evitare questo tipo di truffa, bisogna stare molto attenti alla propria corrispondenza e verificare che non vi siano state manomissioni o alterazioni della busta ricevuta. Nel caso in cui sorga qualche dubbio, contattare le autorità non è mai troppo prudente

Conclusione

In conclusione, si può dire che per evitare frodi o truffe come il phishing, lo skimming, il trashing, lo sniffing e il boxing è importante fare sempre attenzione. La truffa funziona solo se non si danno le dovute attenzioni a determinati particolari. In questa guida si sono spiegati i principali metodi per truffare sulle carte di credito in modo tale che possano essere evitate e possano essere denunciate le persone che provano a perpetrare questo crimine.

Articoli correlati
Tutte le News
Serve aiuto?