Reclami

Reclami

Nexi presta una costante attenzione alle esigenze della clientela; la gestione dei reclami costituisce un importante elemento di rilevazione delle aree di criticità sulle quali intervenire e rappresenta un'opportunità per rendere più efficace il rapporto di fiducia e ristabilire una relazione soddisfacente con il Cliente.

Per reclamo s'intende ogni atto con cui un Cliente chiaramente identificabile contesta in forma scritta (es. lettera, fax, email) all'intermediario un suo comportamento, anche omissivo. È considerato valido il reclamo che contiene gli estremi di chi lo propone, i motivi del reclamo, la firma o analogo elemento che consenta di identificare con certezza il Cliente. Nexi darà riscontro al reclamo entro 30 (trenta) giorni dalla sua ricezione, indicando, in caso di accoglimento, i tempi previsti per risolvere il problema.

Come comunicare un reclamo

Segui le indicazioni qui sotto per inviare in modo corretto il reclamo.

I clienti possessori di carte di pagamento Nexi o CartaSi possono inviare reclamo compilando il seguente form

Oppure inviando

  • un messaggio e-mail all'indirizzo: c.satisfaction@nexi.it
  • una PEC (Posta Elettronica Certificata)all'indirizzo: reclami.nexipayments@pec.nexi.it 
  • una lettera raccomandata A/R o posta prioritaria all'indirizzo:Nexi - Gestione Reclami, Corso Sempione, 55 - 20149 Milano;
  • un fax al n. 02-34.88.91.54.

I clienti convenzionati con Nexi o CartaSi per accettare pagamenti con carte di pagamento tramite POS o Ecommerce

Oppure inviando

  • un messaggio e-mail all'indirizzo: c.satisfaction@nexi.it
  • una PEC (Posta Elettronica Certificata)all'indirizzo: reclami.nexipayments@pec.nexi.it 
  • una lettera raccomandata A/R o posta prioritaria all'indirizzo:Nexi - Gestione Reclami, Corso Sempione, 55 - 20149 Milano;
  • un fax al n. 02-34.88.91.54.

Per pratiche non relative alle carte di pagamento o ai servizi di accettazione pagamenti il cliente può contattare :

Ufficio Reclami – Servizio Compliance
Corso Sempione, 55 – 20149 Milano

Utilizzando il seguente form:

oppure scrivere

  • una email: reclamiclientela@nexi.it
  • una PEC: reclamiclientela@pec.nexi.it

Arbitro Bancario Finanziario (ABF)

Se il Cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i termini previsti, può presentare un ricorso all'ABF:

  • entro i 12 mesi successivi alla presentazione del reclamo (anche successivamente con rinnovo del reclamo);
  • non possono essere sottoposte all'ABF controversie relative a operazioni o comportamenti anteriori al 1° gennaio 2009;
  • per importi fino a 100.000 Euro ovvero senza limiti d'importo in caso di richiesta di accertamento di diritti obblighi e facoltà;
  • se non sono in corso tentativi di conciliazione o mediazione cui il cliente abbia aderito o la controversia non sia sottoposta all'autorità giudiziaria.

Per sapere come rivolgersi all' Arbitro Bancario Finanziario (ABF) puoi consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it

Per conoscere l'ambito di competenza puoi consultare la Guida all'Arbitro Bancario Finanziario

Procedimento di mediazione

Il Cliente può anche rivolgersi, senza avere precedentemente presentato un reclamo, ad uno degli “organismi” abilitati alla mediazione e riconosciuti dall’ordinamento tramite iscrizione al registro del Ministero di Giustizia; tra questi si segnala il Conciliatore Bancario Finanziario.
Per maggiori informazioni e l'ambito di competenza puoi consultare il sito www.conciliatorebancario.it

Consob l’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF)

Si rende altresì noto che con la delibera n. 19602 del 4 maggio 2016 è stato istituito dalla Consob l’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF), strumento di risoluzione delle controversie tra investitori “retail” e intermediari per la violazione degli obblighi di diligenza, correttezza, informazione e trasparenza che gli intermediari devono rispettare quando prestano servizi di investimento o il servizio di gestione collettiva del risparmio.

Nel chiarire che solo i risparmiatori possono fare ricorso all’ACF, per richieste di risarcimento danni non superiori a 500.000 euro e che gli intermediari sono obbligati ad aderire all’ACF, di seguito si riporta il link al sito di tale Autorità, a cui si rimanda per maggiori dettagli in merito alla procedura di ricorso: https://www.acf.consob.it/web/guest/home

Rendiconto sull'attività di gestione dei reclami

Serve aiuto?
Serve aiuto?
Chiedi a Nexi