Credito
d'Imposta

Bonus fiscale al 30% sulle commissioni per i pagamenti digitali.
Credito d'Imposta: le novità dal 1° luglio 2022

Nell'ambito delle iniziative messe in campo dal Governo a sostegno degli esercenti, a partire dal 1° luglio 2022 puoi continure a usufruire del Credito d'Imposta del 30% sulle commissioni sostenute per transazione effettuate con carta di credito, debito, prepagata o mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili (es. app su smartphone).
Il Credito d’Imposta sulle commissioni è un’agevolazione fiscale destinata agli imprenditori o lavoratori autonomi titolari di partita IVA, dotati di strumenti per il pagamento mediante carte o bancomat, che hanno registrato nell’anno fiscale precedente ricavi e compensi inferiori o pari a 400.000 euro (D.L. 124/2019).
Possono accedere al credito d’imposta tutti gli esercenti attività di impresa, arti o professioni che effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizio nei confronti di consumatori finali, con determinati requisiti di ricavi e compensi riferiti al periodo di imposta precedente.

Esempio Credito d'Imposta al 30%

Un esercente che nel 2020 ha fatturato 250.000 euro può beneficiare di un Credito d'Imposta pari al 30% delle commissioni addebitate dagli operatori finanziari sulle transazioni elettroniche in perimetro accettate con POS Tradizionale.

Come beneficiare del credito d’imposta per i pagamenti digitali

Cosa fa Nexi

Entro il giorno 20 di ogni mese successivo al periodo di riferimento, Nexi, in qualità di Prestatore di Servizio di Pagamento per le transazioni effettuate con carte dei circuiti internazionali (Visa, Mastercard, UPI, JCB) o PagoBANCOMAT® (nei modelli contrattuali in cui Nexi è acquirer), rende disponibile all’esercente, attraverso il portale Nexi Business (App e web), il Documento di Riepilogo che riporta tutte le informazioni utili ai fini del credito d'imposta, in particolare il valore delle commissioni addebitate nel periodo di riferimento.

Cosa fa l'esercente

Per beneficiare del Credito di Imposta sulle commissioni, l'Esercente è tenuto a:

  • scaricare il rendiconto prodotto e messo a disposizione da Nexi su Nexi Business, relativamente alle transazioni effettuate con carte dei circuiti internazionali (Visa, Mastercard, UPI, JCB)
    • per le commissioni derivate da transazioni su circuito PagoBANCOMAT®, il rendiconto viene emesso solitamente dalla Banca ma in alcuni casi direttamente da Nexi, qualora il modello contrattuale preveda Nexi come Prestatore del servizio di Pagamento.
    • l’esercente dovrà richiedere la stessa documentazione di riepilogo agli altri prestatori di servizio (PSP) di accettazione pagamenti con cui ha contratti di convenzionamento attivi (es. American Express per le operazioni di pagamento con carte del suo Circuito, etc).
  • consegnare tutta la documentazione ai soggetti abilitati, come ad esempio il commercialista

 

 


 

Da oggi accettare pagamenti digitali è ancora più conveniente grazie al Credito di Imposta. Parlane con il tuo Commercialista.

Tutte le promozioni

Richiedi il tuo nuovo POS per iniziare a utilizzare da subito tutti i servizi Nexi

SmartPOS

SmartPOS Mini

Scopri i nostri POS e le ultime promozioni



Alcune definizioni che ti possono essere utili
per interpretare la normativa

Serve aiuto?